Conto termico 2016: boom degli investimenti nell’energia rinnovabile

Secondo lo studio del Bloomerang New Energy Finance, nel 2015 gli investimenti nelle energie rinnovabili hanno raggiunto cifre assolutamente rilevanti. Infatti, grazie alla riduzione del costo dell’energia e agli incentivi statali per le opere di efficientamento impianti, gli allestimenti eolici e fotovoltaici sono diventati una formula di risparmio irresistibile per le imprese, i privati e la Pubblica Amministrazione. Tra l’altro, grazie al nuovo conto termico, quest’ultimi potranno recuperare i costi delle opere eseguite fino al 65%.

Tutto ciò è da attribuire alla caduta delle tariffe combustibili fossili; il prezzo del petrolio grezzo è crollato del 67% per barile alla fine del 2015, mentre quello del carbone termico in Europa occidentale è calato del 35%. L’energia verde è davvero conveniente, e installare impianti eolici o fotovoltaici per la casa o per la propria impresa, significa dare un taglio netto alla bolletta.

Tali investimenti vengono fatti anche dai paesi in via di sviluppo che sfruttano l’energia eolica e fotovoltaica per ridurre i costi dell’energia, senza esporsi alle oscillazioni dei prezzi di mercato dei combustibili fossili. Ovviamente gli investimenti maggiori riguardano le imprese che hanno creato centrali eoliche, impianti alimentati a biomassa e parchi solari, cogliendo al volo le offerte. Anche gli investimenti privati su piccola scala sono aumentati, in particolare l’installazione di pannelli solari aduso domestico, che oggi costano meno.

Nel Mondo sono stati spesi in totale per 67,4 miliardi di Dollari con un rialzo del 12% rispetto al 2014, segno che la riduzione del costo energia fornito dalle rinnovabili è la soluzione giusta per far quadrare il bilancio famigliare e aziendale.

L’Europa ha investito 58 miliardi di Dollari nel 2015 e il Regno Unito è il mercato più forte, in cui gli investimenti sono aumentati del 24% raggiungendo 23,4 milioni di Dollari. È chiaro che i numeri sono destinati ad aumentare soprattutto in Italia con gli incentivi previsti dal conto termico 2016.

Con le nuove leggi, il governo ha messo a disposizione oltre 700 milioni di euro destinati al taglio dei costi dell’energia elettrica. Tali incentivi sono destinati ai privati e alle aziende. Perciò da quest’anno l’installazione di pannelli fotovoltaici, la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti anche combinati per la produzione di acqua calda sanitaria dotati di pompe di calore, saranno eseguibili con dei prezzi assolutamente abbordabili. Le spese potranno essere coperte anche fino al 65% se l’immobile oggetto delle opere viene trasformato in edificio a quasi impatto zero. Novità anche sul fronte spese APE (Attestato di Prestazione Energetica), incentivate del 100%.